Programmi per le officine

Toscana Diesel: un’iniziativa per il business

18 luglio 2013

""

Per intervenire sui sistemi di gestione del motore diesel – particolarmente sofisticati dall’avvento del common rail – sono necessari tester di diagnosi, banchi prova per i componenti e una preparazione tecnica costantemente aggiornata. Il network Bosch può vantare oltre 100 specialisti, i Bosch Diesel Center, dotati di tutte la attrezzature del caso e di tecnici di grande esperienza e professionalità. Tra questi, Toscana Diesel: azienda di Santa Croce sull’Arno (PI) che opera nel settore dell’iniezione di gasolio da oltre 30 anni. Grazie alla continua formazione del personale e ai suoi due banchi di prova Bosch EPS 815, Toscana Diesel offre una completa gamma di prestazioni anche nel settore diesel, compresa la revisione dei sistemi e dei componenti di qualsiasi marca. In più questo Bosch Car Service/Bosch Diesel Center è un’azienda particolarmente dinamica. Lo dimostra anche l’iniziativa organizzata mesi fa ed attuata per farsi conoscere dagli autoriparatori locali come partner per la riparazione dei componenti. Per saperne di più, abbiamo intervistato il titolare di Toscana Diesel: Claudio Galastri.

 

Come è nata l’iniziativa?

R. Innanzitutto voglio dire che è stata ideata in collaborazione con Giovanni Carignani, il Responsabile di Rete del Bosch Concessionario DRS (LI) che purtroppo ci ha lasciato proprio poco tempo fa. Entrambi eravamo concordi sull’importanza di incontrare autoriparatori con cui Toscana Diesel ha, spesso, contatti solo telefonici. Allora abbiamo pensato di invitarli tutti qui in azienda, lo scorso mese di Novembre, per presentarci e per conoscerci finalmente di persona.

Gli inviti hanno avuto un buon riscontro?

R. Decisamente sì. Inizialmente avevamo previsto un’adesione massima di 30 officine ma, in realtà, sono state ben 70 le persone intervenute all’incontro. Tra questi, anche numerosi potenziali nuovi clienti. Alcuni dei presenti hanno fatto anche 250 km! Hanno partecipato officine da tutte le provincie del nord della Toscana, compresi alcuni concessionari di case auto. A fine serata, erano tutti soddisfatti.

Ci parla in dettaglio dell’iniziativa?

R. L’incontro era diviso in due parti: come si dice, prima il dovere e poi il piacere. Abbiamo iniziato con un breve corso informativo per illustrare come comportarsi con i sofisticati sistemi diesel di oggi. La seconda parte, invece, è stata pura convivialità davanti a un buffet ricco, molto ricco. Abbiamo anche fatto preparare una forma speciale di pane con la scritta Bosch. Il messaggio che intendevamo trasmettere era: “Bosch è il nostro pane”.

Un messaggio importante: a cosa si riferisce esattamente?

R. Al nostro legame con Bosch. Abbiamo due banchi di prova Bosch che ci permettono di lavorare egregiamente su tutti i sistemi di iniezione diesel, ma anche le altre nostre attrezzature sono Bosch. Il loro acquisto è coinciso con un costante incremento di lavoro e questo conferma sia la preparazione del nostro personale tecnico (2 meccanici e 3 specialisti diesel) sia la qualità della nostra attrezzatura.

Tornando all’iniziativa, avete intenzione di riproporla?

R. Ci stiamo seriamente pensando, perché è riuscita particolarmente bene e l’investimento ha fruttato nuovi clienti. Inoltre, nella nostra attività, non conta solo la qualità del lavoro che esprimiamo ma anche i rapporti personali sono molto importanti. Ritengo vincenti iniziative di questo tipo!

""

Log in with your credentials

Forgot your details?