News da Bosch

Soluzioni per la mobilità intelligente: maggiore sicurezza e risparmio sulla strada

21 gennaio 2015

In occasione dell’International Consumer Electronics Show (CES) 2015 svoltosi in Gennaio a Las Vegas, Bosch ha dimostrato come stia lavorando per rendere l’auto parte attiva del mondo Internet offrendo ai guidatori un’ampia gamma di vantaggi.

""

Già oggi, Bosch possiede il know-how in tutti i settori più importanti ed è in grado di fornire dispositivi che consentono di connettersi con il mondo esterno. Questa soluzione intelligente è resa fisicamente possibile grazie alla Connectivity Control Unit (CCU), una piccola scatola connessa alla rete interna del veicolo che comprende un modulo GSM per le comunicazioni e un modulo GPS che fornisce i dati relativi alla posizione effettiva dell’automobile. La CCU di Bosch è disponibile in varie configurazioni per l’applicazione su veicoli per il trasporto di passeggeri, camion e motocicli. Bosch ritiene che, a partire dal 2016, tutti i nuovi veicoli commerciali a lunga percorrenza prodotti in Europa e negli Stati Uniti saranno provvisti di soluzioni per la connessione in rete.

La consociata Bosch Software Innovations offre un pacchetto software modulare che può essere usato in modo flessibile. Per esempio, dal 2011 costituisce la base per un’infrastruttura di ricarica per l’elettromobilità connessa in rete e di facile utilizzo installata a Singapore, dal 2013 è alla base di un sistema completo di gestione delle flotte i cui primi clienti sono tedeschi e, a partire dal 2015, verrà usata nell’ambito di un innovativo concetto di trasporto intermodale a Stoccarda.
I nuovi servizi telematici di Bosch garantiscono una maggiore trasparenza e una panoramica più chiara ai gestori di flotte. Infatti, i dati relativi ai viaggi e alla manutenzione vengono inviati a Bosch per l’analisi attraverso l’interfaccia del sistema di diagnostica "on board" (OBD) del veicolo. In base a questi dati il gestore della flotta sarà in grado di ottimizzare i periodi di utilizzo dei veicoli e gli intervalli di manutenzione. Grazie al sistema di tracciamento GPS integrato, sono disponibili anche altri servizi, come il giornale di bordo elettronico e il sistema di allerta in caso di furto, che riducono i costi generali di un veicolo. Inoltre, il sistema è anche in grado di rilevare un incidente, avvisando immediatamente il Bosch Communication Center, operativo 24 ore su 24 con personale multilingue, che, in caso di necessità, allerta i servizi di emergenza.

Con Bosch la connettività entra nelle officine

""

La connettività non viene meno quando l’auto entra in officina per la manutenzione ordinaria o per una riparazione. L’elettronica svolge un ruolo sempre più importante nei veicoli, perciò Bosch fornisce alle officine i dati online relativi ai veicoli e alla diagnostica necessari per trovare il problema ed effettuare la riparazione. Mentre il tecnico dell’assistenza porta il veicolo nell’officina, in futuro il componente "Flex Inspect" di Bosch leggerà automaticamente la memoria guasti e controllerà la batteria, la pressione degli pneumatici e la geometria del telaio. Il tecnico sarà, così, in grado di illustrare immediatamente al guidatore tutti i lavori necessari. Già in fase di lavorazione il tecnico può essere supportato da soluzioni di realtà aumentata. Dopo aver inquadrato con la videocamera del tablet il vano motore, nell’immagine reale vengono mostrate le informazioni relative agli strumenti necessari e le istruzioni per effettuare la riparazione. Perfino i componenti nascosti sotto dei rivestimenti o i cavi dietro il cruscotto possono essere riprodotti in immagini tridimensionali. Trovare un guasto ed effettuare una riparazione non è mai stato così facile.

Nuove tecniche di visualizzazione e un’interessante soluzione per l’integrazione di smartphone

""

Da una parte i nuovi servizi connessi in rete portano a un incremento delle informazioni a disposizione, dall’altra è necessario ridurre le fonti di distrazione per i guidatori. Bosch presenta soluzioni tecniche che aiutano a stabilire un ordine di priorità nelle informazioni e a visualizzarle in modo intuitivo. I quadri comandi con display costituiscono una soluzione interessante, in quanto sostituiscono la tecnologia precedente e raggruppano tutte le informazioni relative alla strumentazione, alla navigazione e ai dispositivi multimediali nel campo visivo del guidatore. Inoltre, dispongono di diversi layout, adattabili alla situazione e alle necessità del guidatore. Un’altra soluzione economicamente vantaggiosa è costituita dall’Head Up Display (HUD) di Bosch, il sistema che non proietta le informazioni sul parabrezza, ma su uno speciale schermo posizionato davanti a quest’ultimo. L’immagine viene, così, combinata con l’ambiente all’esterno del veicolo in modo tale che essi sembrino fondersi l’una nell’altra a circa due metri di distanza dall’autovettura.

""

Attualmente, la connessione con il mondo esterno avviene prevalentemente tramite smartphone. Con mySPIN Bosch offre un’interessante soluzione per l’integrazione di telefoni Android e iOS. Infatti, mySPIN crea una connessione dispositivo-veicolo perfetta garantendo un uso più sicuro e affidabile dei dispositivi mobili in auto. Il Gruppo ha presentato altri sistemi di infotainment a comandi vocali e un sistema di navigazione che offre una strategia di guida proattiva basata sulle informazioni del traffico in tempo reale. Al fine di mantenere le nuove funzioni di assistenza e intrattenimento sempre aggiornate, la consociata ESCRYPT presenterà una soluzione sicura per l’aggiornamento OTA (over-the-air) del software.

Ti potrebbero anche interessare:

Bosch "eXchange anche per il diesel"

Batterie: razionalizzata la gamma

""

Log in with your credentials

Forgot your details?