Programmi per le officine

Sei un esperto, conosci la tua auto? Parliamo di illuminazione.

2 novembre 2015

La maggior parte degli automobilisti pone poca attenzione alla propria automobile, giusto l’indispensabile per circolare con la sicurezza prevista dalla revisione biennale altri – più attenti alla sicurezza – almeno una volta all’anno portano la vettura in officina per il tagliando meccanico, indipendentemente dai chilometri percorsi. Poi ci sono gli appassionati e gli operatori del settore… i veri esperti. Sicuri delle vostre conoscenze? Vogliamo mettervi alla prova con questo gioco. Siete proprio certi di conoscere un componete apparentemente semplice come l’impianto di illuminazione? Provate a rispondere a queste domande.

1) Le prime auto avevano le luci…..
A – Non avevano luci
B – Con candele in cera come quelle di casa
C – A gas sprigionato da acetilene, quello delle torce dei minatori

2) E’ vero che prima della Prima Guerra Mondiale le auto avevano le luci come le barche: una rossa su un lato e una verde sull’altro?
A – Assolutamente no
B – Si, ma bianche da un lato e blu dall’altro
C – Si è vero

3) Per segnalare il cambio di direzione il ciclista deve sporgere un braccio, anche i primi automobilisti dovevano farlo quando cambiavano direzione?
A – No perché non c’era traffico che seguiva, bastava fare attenzione prima di girare
B – Si, secondo i primi Codici della strada
C – No, a metà auto c’era una luce arancione di circa 20 cm che usciva dalla sagoma vettura e si accendeva per indicare la direzione (la famosa freccia)

4) Alcune auto degli anni 20-30 avevano un faro, anche Bosch, all’altezza della fiancata comandato dall’interno. A cosa serviva?
A – Una volta acceso indicava che il veicolo era una vettura e non un autocarro
B – Per avvertire la moglie che si stava ritornando a casa e quindi poteva buttare la pasta per cena
C – Visto che le strade erano poco illuminate serviva per cercare il numero civico e per illuminare di notte il cammino verso casa alla signora che si era accompagnata dopo teatro

5) Perché fino agli anni ’70 le vetture francesi avevano le lampadine gialle e non bianche?
A – Perché il giallo definisce meglio i contorni della strada in caso di nebbia
B – Per differenziarsi al confine durante la Seconda Guerra Mondiale
C – Perché a Parigi anche i lampioni della metropolitana erano i gialli

6) Lo xenon, che oggi Bosch utilizza nei suoi fari, quando è stato scoperto e per cosa era usato?
A – Nel 1992 scoperto da Bosch casualmente mentre i suoi ingegneri stavano sperimentando l’ACC
B – Nel 1939 usato come propellente per i dirigibili Zeppelin
C – Nel 1898 ed usato per flash fotografici e in medicina

Avete risposto? Controllate con quanto pubblicato in fondo all’articolo. Non ci interessa il risultato che avete ottenuto volevamo solo sollecitare la vostra attenzione a un componete importante per la vostra sicurezza: le lampadine. La prossima volta che porterete la vostra auto in officina ricordatevi quindi di questi importanti componenti per la sicurezza, anzi vi offriamo noi l’occasione per farlo subito prima che inizi la stagione invernale con le giornate che si accorciano e quindi si circola spesso coi fari accesi.

Collegatevi a http://bosch.volantinidigitali.it/ottobre-dicembre/ e scaricate il coupon che vi consente, in caso di lampadina fulminata, di sostituirla con una nuova lampadina Bosch pagando solo la manodopera mentre la lampadina è offerta. Iniziativa valida dal 1°ottobre al 31 ottobre 2015 solo presso le officine Bosch Car Service aderenti all’iniziativa. 

RISPOSTE: 1 = B, 2 = C, 3 = A e C, 4 = C, 5 = B, 6 = C)

""

Log in with your credentials

Forgot your details?