Attrezzature d’officina

Nuovo tester Bosch KTS 250

17 settembre 2018

Il nuovo tester compatto Bosch KTS 250 per una diagnosi mobile e rapida delle centraline

Con interfaccia utente intuitiva e semplice da utilizzare

  • Nuovo dispositivo entry-level per semplici diagnosi delle centraline
  • Moderna interfaccia utente basata su Android per un’elevata facilità d’uso
  • Pronto per il futuro grazie all’interfaccia Ethernet DoIP integrata

Karlsruhe/Plochingen (Germania) – Bosch lancia sul mercato un nuovo tester diagnostico, specificamente sviluppato per un utilizzo mobile e per l’officina. Il compatto e robusto Bosch KTS 250 è versatile e perfettamente adatto sia per piccole che per grandi officine. Il tester si distingue per la sua elevata facilità d’uso e supporta una nuova interfaccia utente, intuitiva e basata su Android. KTS 250, dotato del software per officina Bosch Esitronic consente una vantaggiosa diagnosi delle centraline su quasi tutti i tipi di autovetture presenti sul mercato. Il software, ampio e completo, copre infatti circa 150 marche di autovetture al pari di Esitronic 2.0 installato sulla maggioranza di tester diagnostici Bosch. Grazie al suo potente processore, i programmi vengono caricati rapidamente e sono garantite rapide diagnosi. Bosch presenta per la prima volta il nuovo tester diagnostico KTS 250 durante la fiera del settore automotive Automechanika nel mese di settembre 2018 a Francoforte sul Meno (Germania).

Identificazione automatica del veicolo tramite codice VIN

Anche l’identificazione del veicolo viene eseguita automaticamente tramite il codice VIN attingendo dal database VIN tra i più completi sul mercato. Il compatto touch-screen da sette pollici offre all’utente una rapida panoramica di tutte le unità di controllo installate sul veicolo e grazie ad una risoluzione di 1024 x 600 pixel, testi e grafiche sono visualizzati in modo chiaro risultando di facile lettura. Una volta collegato il tester KTS 250 al veicolo, tramite cavo OBD incluso nella fornitura, è possibile leggere i valori reali delle centraline e la memoria guasti. Per i veicoli più vecchi sono disponibili adattatori OBD specifici. Tramite la funzione di stampa, i risultati possono essere stampati con una stampante collegata alla rete dell’officina. Relativamente alla sua alimentazione, il tester è dotato di una batteria integrata agli ioni di litio. Durante la diagnosi, il tester viene alimentato dal veicolo al quale è collegato tramite il connettore OBD.

Interfaccia Ethernet DoIP già integrata

Con questo nuovo tester, le officine sono già proiettate nel futuro. KTS 250 supporta DoIP (Diagnostics over Internet Protocol) – la nuova interfaccia diagnostica basata su Ethernet, che permette velocità di trasmissione dati molto più elevate. Sempre più produttori di veicoli utilizzano Ethernet anche per la diagnostica, dopo che la moderna interfaccia è stata utilizzata per lungo periodo nella riprogrammazione delle centraline elettroniche. Inoltre, KTS 250 consente anche la comunicazione parallela con diverse centraline tramite diversi canali di comunicazione.

Gli aggiornamenti dei dati vengono eseguiti online tramite una connessione LAN wireless e senza alcuna unità DVD aggiuntiva o connessione a computer dell’officina. Con la stessa facilità, le licenze software vengono attivate online. Una volta inseriti il nome utente e la password, è possibile utilizzare subito il nuovo tester diagnostico KTS 250.

Log in with your credentials

Forgot your details?