Ricambi

Filtri essiccatori Bosch, a protezione del sistema pneumatico

5 novembre 2014

L’aria compressa è la primaria fonte di comando e di potenza per molti sistemi installati sui veicoli industriali. Per il corretto funzionamento degli impianti pneumatici, l’aria deve però essere pulita e priva di umidità. I filtri essiccatori di Bosch assicurano questi requisiti grazie ad un‘ avanzata tecnologia di costruzione.

Aria: linfa vitale per i veicoli industriali

Sospensioni pneumatiche, sistema frenante, regolatori di altezza, azionamento frizione, cambio e trasmissione, trattamento dei gas di scarico e attuatori per porte di autobus sono solo alcune voci del lungo elenco delle applicazioni in cui l’aria compressa è utlizzata nei veicoli industriali. Si potrebbe praticamente affermare che ovunque è necessaria della potenza per compiere lavori gravosi, i sistemi pneumatici entrano in gioco.

L‘aria compressa necessita di sistemi di filtrazione

L’aria non è sempre pura. Occorre impedire che umidità e sporco entrino nel serbatoio di alimentazione e nel sistema di distribuzione. La cartuccia essiccatrice per l‘aria è quindi uno dei filtri più importanti del veicolo. Deve infatti evitare i danni legati alla corrosione dei componenti del sistema pneumatico, causati dall’umidità presente nell’aria.

Deumidificare l’aria: il modo migliore per farlo

I filtri Bosch funzionano così bene perché i progettisti hanno disposto lo strato di separazione dell‘olio nella posizione più corretta all’interno dell’alloggiamento del filtro. In particolare, questo strato è posizionato prima del materiale essiccatore granulare. In questo modo, le particelle d’olio presenti nell‘aria compressa vengono separate prima che l’aria attraversi il materiale essiccatore. Quest’ultimo, di conseguenza, non deve far fronte a eventuali residui di olio nell’aria e può quindi assorbire molta più acqua. Inoltre, grazie a questa caratteristica, la durata del filtro è aumentata. I filtri essiccatori progettati per deumidifcare l’aria prima della separazione delle particelle di olio sono invece caratterizzati da una ridotta capacità di assorbimento d’acqua e da una durata più limitata.

La sostituzione periodica è importante

Due sono le metodologie in uso per indicare il momento della sostituzione: scadenza chilometrica dettata dal costruttore oppure la centralina del veicolo, dotata di un misuratore del consumo di aria. Con l’aiuto del KTS Truck, i valori reali memorizzati nella centralina possono essere facilmente letti.

""

""

Log in with your credentials

Forgot your details?