Ricambi

Centro Ricambi Piacentino di Piacenza, Ricambista Frenante Bosch

8 maggio 2017

Dopo l’istituzione della figura del Ricambista Frenante Bosch abbiamo voluto incontrare alcuni operatori di esperienza in tutta Italia per condividere con voi non solo la loro evoluzione, le specificità del loro mercato, ma soprattutto le motivazioni della scelta. Questa volta abbiamo incontrato Michele Galvani della Centro Ricambi Piacentino di Piacenza.

Come si è evoluto nel tempo il vostro ruolo di Ricambista?

Io sono giovane, sono del 1982 e sono entrato in azienda quindici anni fa affiancando mio padre Luciano e il suo socio Remo Pinalli che nel 1979 hanno avviato questa attività, dopo un’esperienza di consegne itineranti. Ho comunque sempre vissuto questa realtà a contatto con officine meccaniche che nel tempo hanno dovuto seguire l’evoluzione dell’automobile, oppure abbandonare il settore. Per noi il servizio, l’assortimento e la logistica sono stati – e penso lo saranno ancora – le leve del nostro lavoro. Cambieranno però le modalità e il tipo di relazione coi clienti e coi fornitori.

Quando ha scelto di collegarsi a Bosch e perché?

Siamo una realtà molto recente per Bosch, dal 2016. Di prodotti a Marchio Bosch ovviamente negli anni ne abbiamo venduti molti come batterie, materiale diesel, componenti elettrici e materiali di consumo. Negli anni abbiamo apprezzato le reazione dei nostri clienti quando proponevamo loro prodotti Bosch o quelli di un’altra Marca.

Cosa l’ha spinta a diventare Ricambista Frenante Bosch?

Quest’anno ci è stato proposto il programma Ricambista Frenante Bosch e abbiamo così voluto consolidare una scelta compiuta solo un anno fa. Abbiamo quindi scelto di rifornirci in maniera prioritaria da Bosch anche per le pastiglie freni, kit distribuzione, cinghie, filtri motore: componenti che i nostri clienti meccanici richiedono costantemente.

Cosa aggiungerebbe al programma di Ricambista Frenante?

Direi che è già completo perché dischi, pastiglie fanno l’80% delle richieste, il rimanente sono ganasce, qualche cilindretto, olio e minuteria varia. L’assortimento Bosch è completo e copre la maggior parte del circolante.

Conosce il nuovo percorso di Formazione Manageriale per i Ricambisti Frenante Bosch?

Me ne hanno parlato ed è una buona cosa. Il problema per tutti è il tempo da dedicare, visto che noi siamo come molti una piccola realtà famigliare. Infatti in Amministrazione troviamo Silvia Pinalli, la figlia del socio di mio padre, io e lei siamo il futuro e quindi tocca a noi trovare gli strumenti per affrontare il futuro grazie alla Formazione.

Dove sarà la principale sfida per il futuro del settore?

Finora il meccanico era visto come un tecnico e noi gli intermediari logistici di ricambi. Con l’avvento dell’elettronica il meccanico ha capito che il suo Rivenditore poteva aiutarlo anche con supporti e informazioni tecniche. Ora la sfida è saper gestire il patrimonio dei clienti nel tempo, che per noi si chiamano Officine e per loro si chiamano Automobilisti. Si tratta di una collaborazione verticale, dove una realtà è funzionale all’altra e non si può essere scoordinati. Ad esempio, noi in poco tempo siamo passati dai due BCS a sette BCS coi quali collaboriamo attivamente su un progetto comune.

Centro Ricambi Piacentino
via Beati 35, 29100, Piacenza

""

Log in with your credentials

Forgot your details?