Programmi per le officine

Bosch Car Service Sanguin: servizio e innovazione

10 giugno 2013

""

Il Bosch Car Service Sanguin

Siamo a Torreglia, in provincia di Padova e ai piedi dei Colli Euganei, dove si trova l’Officina Sanguin: un Bosch Car Service la cui struttura rinnovata di recente accoglie il cliente in un ambiente di manifesta professionalità e simpatia. A riceverci è Sergio Sanguin – il titolare – e presenti sono anche la moglie Rosetta (che si occupa di amministrazione) e il figlio Mirco, capo officina. Entrato a far parte del network Bosch da 4 anni, Sergio è un uragano di idee. Con un entusiasmo travolgente racconta la storia dell’officina da lui avviata alla fine degli anni ‘70 nel garage di casa e divenuta, oggi, una vera e propria azienda con 15 collaboratori di cui ben 10 impegnati in officina. Il clima che si respira in questo Bosch Car Service è decisamente familiare, pur fondando il proprio successo sui principi più saldi dell’imprenditoria illuminata. Sì, perché i fondamenti su cui si basano i tanto citati principi di “Customer Satisfaction” e di “Customer Relationship Management”, Sergio li ha insiti nel proprio DNA e – con pazienza e determinazione – ha saputo trasferirli a tutto il personale dell’ Officina Sanguin.

D. Sergio, quali sono i valori aggiunti del suo Bosch Car Service?

R. In due parole, qualità e servizio puntuale al cliente. Questi sono i cardini che ci hanno permesso di crescere dal garage di casa a un’officina molto ben strutturata, in grado di servire sia il cliente automobilista sia il titolare di mezzi pesanti, con due accettazioni separate. Sappiamo assicurare il servizio per le emergenze alla nostra clientela 24 ore al giorno per tutto l’anno, escluse le 3 settimane della chiusura estiva. Chiusura di cui avvisiamo tutta la clientela almeno 2 mesi prima. Tra l’altro abbiamo saputo che spesso, i clienti, durante la chiusura estiva, cercano comunque anche in caso di necessità di attendere la riapertura della nostra officina… Siamo anche attrezzati con un’officina mobile per interventi esterni di prima assistenza. Al cliente assicuriamo ogni genere di servizio: dalla manutenzione alla riparazione della meccanica, della parte elettrica ed elettronica oltre che della carrozzeria. E poi, il servizio gomme con stoccaggio pneumatici estivi/invernali oltre ad un centro per le revisioni obbligatorie. Chi entra da Sanguin non deve più preoccuparsi per la vettura o per i mezzi pesanti: siamo in grado di assistere dalla A alla Z.

D. Oltre a tutti questi servizi, c’è anche altro in cui “fate la differenza”?

R. Sì; dal momento in cui un cliente entra in officina, tutto è incentrato sulla sua soddisfazione. Facciamo con lui l’accettazione del mezzo per spiegargli in dettaglio – direttamente – quelli che sono gli interventi che proponiamo. Il cliente si sente così rassicurato, capisce che non vogliamo approfittarci di lui. Non lo forziamo mai nelle decisioni ma ovviamente lo consigliamo, argomentando tutti gli interventi. Nel rispetto della clientela siamo organizzati a suddividere i tempi di riparazione del veicolo, timbrando con l’orologio marcatempo non appena si inizia una riparazione e appena la si finisce. Tutto questo ci ha premiato nel tempo, con una clientela fedele ormai da parecchi anni. Giusto per citare un esempio: da noi vengono automobilisti provenienti da altre zone d’Italia che, regolarmente, frequentano le vicine Terme di Abano. E noi, ogni anno, provvediamo alle cure necessarie per la loro auto!

""

Sergio e Mirco Sanguin

D. Perché la scelta di divenire Bosch Car Service?

R. E’ stata una scelta di quattro anni fa. Da circa un decennio avevamo già iniziato un percorso “di qualità” certificandoci UNI EN ISO 9001:08 ma abbiamo voluto fare un passo ulteriore verso l’eccellenza e Bosch, con il suo network, ci dava le garanzie del caso. Per noi questo marchio è sempre stato un punto di riferimento, anche per la leadership che ha nel primo equipaggiamento, che ci ha fatto comprendere quante competenze tecniche avremmo avuto a nostra disposizione. Non ci siamo mai pentiti di essere diventati Bosch Car Service. E il numero di clienti è aumentato grazie anche all’ingresso di auto d’alta gamma che prima, più raramente, entravano in officina.

D. L’essere parte del network Bosch vi ha portato altri vantaggi?

R. Come sa, dal 2011 Bosch ha stretto un accordo con Allianz per l’installazione della “scatola nera“ OBU. Anche questo ci ha portato nuova clientela, che ha imparato a conoscerci e ad apprezzarci. Quindi anche da questo punto di vista l’essere parte del network ha portato indubbi vantaggi. Devo aggiungere, poi, che la nostra officina è sempre proiettata al futuro e Bosch è il partner ideale per questo.

D. Cosa intende per “proiettata al futuro”?

R. Mio figlio Mirco, che con le macchine ci gioca da quando era piccolo, ha iniziato nel 2007 a lavorare su una 500 trasformandola da benzina in elettrica. Il risultato è stato superbo e molto apprezzato e questo ha dato il via ad una serie di attività, ancora in attesa delle omologazioni del caso, su altri mezzi. Crediamo molto che l’elettrico possa essere una valida alternativa per il futuro e noi già ci siamo. A questo punto abbiamo adeguato l’edificio a questa nuova attività con l’ampliamento strutturale degli ambienti dell’officina.

D. Ovvero?

R. Come vede, la struttura all’ingresso dell’officina che ospita vari mezzi elettrici è nuova, inaugurata nel 2012. Segue i dettami di rispetto dell’ambiente, realizzata in legno-acciaio, antisismica, e la riteniamo la scelta migliore per ospitare le innovazioni sulle quali stiamo lavorando. Sempre in tema di “elettrico”, il recente accordo che Bosch ha stretto con Govecs per l’assistenza ai loro scooter è in piena sintonia, a ulteriore testimonianza della condivisione degli intenti.

D. A parte questa struttura rinnovata, l’impressione che si ha entrando qui è di un ambiente sano, con persone motivate. Quale è il vostro segreto?

""

Lo staff dell’officina Sanguin

R. Guardi, mi fa piacere affermare – ed è la verità – che teniamo particolarmente ai nostri dipendenti, molti dei quali sono qui da tantissimi anni e sono divenuti di famiglia. Vogliamo che siano contenti di essere parte del gruppo, cerchiamo di farli lavorare con serenità e in un ambiente accogliente. Tutti sono fondamentali per l’azienda, tutti noi abbiamo bisogno gli uni degli altri. È per questo che condividiamo con loro le decisioni da prendere. Ogni mese ci riuniamo per discutere eventuali problematiche interne o con i clienti, arrivando così a decisioni condivise. Questo fa crescere il gruppo e aumenta la soddisfazione del cliente: un circolo virtuoso che sono convinto ci porterà a crescere ancora, a dispetto del periodo di contingenza economica che stiamo vivendo.

""

Sergio Sanguin con una Fiat 500 trasformata in veicolo elettrico

Log in with your credentials

Forgot your details?