News da Bosch

Automotive Tradition: ieri anche per il futuro

2 luglio 2016

Da quando le normative di circolazione e gli ingenti investimenti industriali per realizzare un nuovo modello di auto hanno condizionato gli ingegneri, le auto nuove si assomigliano sempre più. Ne segue che i modelli del passato sono, dal punto di vista tecnologico, una testimonianza dello stato dell’arte del loro periodo, ma soprattutto delle capacità creative e tecnologiche delle singole case che si differenziavano significativamente una dalle altre. Una Alfa Romeo era diversa da una Fiat e soprattutto da una di scuola tedesca, come una Mercedes-Benz, o di scuola inglese come una Jaguar. Bosch, nella sua lunga storia, ha contribuito con i suoi prodotti fin dagli albori alla creazione di molte auto ormai storiche ed importanti. Per continuare a circolare e godere appieno delle prestazioni, queste vetture d’epoca hanno però necessità di ricambi che vanno sostituiti per usura o per rottura. Pensate alle pastiglie freni, ai filtri, ma anche a componenti più tecnologici come i sensori massa aria sulle auto a iniezione. Grazie al portale www.bosch-automotive-tradition.com Bosch offre a tutti gli appassionati e possessori di vetture storiche la possibilità di identificare il ricambio necessario e adatto al proprio veicolo. Bosch si impegna costantemente nella ricostruzione di vecchi ricambi introvabili, ma anche di componenti di stile retro come le batterie a 6V o 12V nere coi tappini ma con all’interno la tecnologia attuale. Anche l’occhio vuole la sua parte.

Sul territorio la rete fa la sua parte con un buon numero di officine di supporto. Accedendo infatti al sito www.boschcarservice.it è possibile ricercare l’officina Bosch Service specializzata nella riparazione e manutenzione di auto d’epoca. L’approccio al mondo dell’auto d’epoca per Bosch non termina con la fornitura di ricambi e informazioni, ma prosegue con una serie di iniziative importanti come la raccolta della sua collezione di componenti d’epoca e di documentazione tra cui gli affascinanti manifesti Bosch del secolo scorso, disponibili come download anche sul sito di Automotive Tradition. La collezione comprende inoltre alcuni veicoli come la Gutbord 700, la prima vettura a iniezione di benzina diretta Bosch, o la Brogward Isabella, il Volkswagen Combi, la Volvo P1800, ma anche il tre ruote Goliath usati in occasione di manifestazioni. A proposito, oltre agli stand Bosch alle principali fiere di settore come Retromobile a Parigi, Essen e Stoccarda, ogni anno Bosch organizza un raduno presso il circuito di Boxberg. Quest’anno, il 24-26 giugno, la pista ha visto un nutrito numero di auto d’epoca di tutte le marche provenienti da tutta Europa prendere parte a questo evento e tra queste anche alcuni equipaggi della stampa italiana.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

""

Log in with your credentials

Forgot your details?